Home REPORTAGE IMMOBILIARE Reportage Immobiliare. FIMAA: Ottimismo per l’ anno nuovo

Reportage Immobiliare. FIMAA: Ottimismo per l’ anno nuovo

0

 

Nulla è più facile e scontato, il lavoro dell’ intermediazione richiede capacità di resilienza e molto impegno, ma i risultati si cominciano a vedere…

Maurizio Pezzetta Presidente FIMAA ROMA

 

L’anno passato, nella usuale lettera di fine anno, auspicavo un 2017 migliore; auspicio certamente dettato dalla previsione di una reale inversione di tendenza del mercato immobiliare e quindi dalla fiducia generale che si iniziava a respirare nell’aria, di venire finalmente fuori dal tunnel.

In effetti, il maggiore ottimismo, pur in assenza di veri cambiamenti del contesto generale, ci ha portato a vivere un mercato immobiliare più attivo, anche grazie all’aiuto del credito finanziario più disponibile e mai attestatosi ai livelli dei tassi di interesse oggi riscontrabili.
Anche i mass-media, in generale, continuano a diffondere una informazione più positiva sull’andamento del mercato immobiliare e certo questo elemento non ha guastato e non guasterà.
Abbiamo potuto analizzare i dati forniti dagli Associati FIMAA in tutta Italia, che ci hanno confermato l’auspicata ripresa. È doveroso però precisare che se è vero che il cambiamento ha riguardato già le grandi città, Milano in prima linea e Roma a seguire, questo non è ancora percepibile in maniera significativa nelle Province più piccole, che dovranno attendere ancora un poco.
Non possiamo certo dire che il 2017 sia stato un anno più facile, meno impegnativo o meno delicato, per tutto ciò che abbiamo visto accadere in Italia e nel mondo che, come sempre, ha influenzato e condizionato la vita quotidiana di tutti e in particolare quelle Professioni che, come nel nostro caso, trattano materia così importante per l’economia del Paese, come sono i beni immobili.
Ciò che non verrà mai meno, ma sarà sempre più forte e accorto, è l’impegno nella nostra attività associativa che ogni giorno svolgiamo in difesa della specifica Categoria, mai lasciata tranquilla da normative che vanno a toccare il mercato o la nostra professione.
Continueremo, infatti, a correre per contrastare o modificare Leggi e per confrontarci con Ministeri, autorità e amministrazioni al fine di chiarire norme, provvedimenti o risolvere criticità che inficiano la buona attività professionale.

Voglio infine citare un proverbio che, come tutti i detti che si tramandano di generazione in generazione, è frutto della cultura popolare: “Aiutati che Dio ti aiuta”. Vuol dire che i primi a dover agire per risolvere un problema personale siamo noi stessi e non dobbiamo stazionare nella speranza degli altri o sperare che le cose si risolvano da sole.
Il proverbio lo scorso anno ha portato bene..ma non per caso, perché ancora una volta l’importanza e la forza del “Gruppo” ha dato risultati che è difficile immaginare. Ognuno di noi può dare il proprio contributo, così come fino ad oggi i molti professionisti romani e laziali hanno fatto, stringendosi intorno alla nostra Associazione, nel contribuire ad aiutare se stessi e tutti noi con la forza di una rappresentatività sempre più grande ed una fidelizzazione incredibile che ci riempie di orgoglio.

Concludo, quindi, con l’auspicio che tutti i professionisti di qualità vogliano far parte dell’unica “lobby” in cui la sola raccomandazione ed il solo collante è la “professionalità” e con l’invito alla prossima Cena di Natale organizzata da Fimaa Roma per i propri Associati che, anche quest’anno, si svolgerà nella magica atmosfera di “Casina di Macchia Madama”… convinto che il Gruppo si consolida, oltre che nelle normali attività quotidiane di lavoro e di collaborazione, anche in bellissimi momenti conviviali come questo! A presto.